Home / Milano / Via Idro, la sinistra vuole dare le case ai rom

Via Idro, la sinistra vuole dare le case ai rom

Nella seduta di ieri sera il Consiglio di zona 2, con i voti della maggioranza, ha votato una mozione urgente decidendo di chiedere che si proceda all’immediata uscita dal campo di Via Idro delle famiglie che ne hanno fatto richiesta, prevedendo per le stesse un’adeguata sistemazione abitativa, anche individuando in collaborazione con il Cdz soluzioni immediate e percorsi di inserimento sociale, salvaguardandone i legittimi beni. Le motivazioni stanno nella persistente situazione di degrado e estrema insicurezza e nei continui episodi cruenti e violenti che comportano una situazione di invivibilità, con pericolo e ritorsioni per alcuni abitanti.

“E’ scandaloso che il Comune, chiaramente incapace di gestire il campo di Via Idro – commenta Silvia Sardone, responsabile dei movimenti per Forza Italia Lombardia e consigliere di zona 2 a Milano – e la faida tra le famiglie rom al suo interno, abbia intenzione di “risolvere” la situazione offrendo delle abitazioni gratuitamente ai nomadi in uscita. E’ incredibile che il Comune voglia offrire case popolari o spazi con aria condizionata in altri campi a chi, il più delle volte, non ha alcuna intenzione di integrarsi e, in alcuni casi, non vuole rientrare in percorsi di legalità. Intanto il Sindaco Pisapia dorme pur avendo promesso negli anni precedenti la riqualificazione di quel campo. Invece la situazione è clamorosamente peggiorata a dimostrazione di un evidente fallimento, nonostante la fotografia di una situazione invivibile sia stata denunciata da più di un anno. Già in passato, infatti, la stessa maggioranza aveva fatto una delibera simile, mai messa in pratica e la situazione è peggiorata, anche al di fuori del campo con l’insediamento di molti accampamenti nella zona.

La maggioranza, pateticamente, ribadisce il suo spirito buonista, quello tanto osannato da Vendola con il celebre “Abbracciamo i fratelli rom” e con le frasi del sindaco sull’etnia discriminata.

Con quale criterio il Comune offrirà soluzione alternative ai rom? Magari dando loro priorità nell’assegnazione di case popolari? Con un’emergenza abitazione che colpisce migliaia di cittadini, soprattutto giovani, si decide di favorire chi non lo merita?

La mozione, inoltre, sancisce definitivamente la resa della maggioranza di fronte alla violenza e l’illegalità di larga parte degli abitanti del campo di Via Idro. Pisapia e la sua giunta si voltano e scappano, incapaci di dare seguito alla riqualificazione e di risolvere i problemi di degrado e insicurezza che hanno comportato gravissimi episodi criminali negli ultimi 2 anni.

C’è da rabbrividire di fronte alla conclamata incompetenza della sinistra su questi temi. L’inclusione e l’integrazione, tanto propagandate dalla sinistra, sono parole vuote. Di fronte all’illegalità e al degrado – conclude Sardone – la sinistra risponde elargendo abitazioni“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi