Home / Milano / Staz. Centrale, abusivi, mendicanti, borseggiatori e sbandati

Staz. Centrale, abusivi, mendicanti, borseggiatori e sbandati

“Nella seduta di ieri del consiglio di zona 2 – commenta Silvia Sardone, membro della segreteria regionale di Forza Italia Lombardia e consigliere di zona 2 – ho presentato una mozione riguardante la situazione di estremo degrado in Stazione Centrale.
Come tutti sapranno i binari (in particolare quelli dell’alta velocità) sono pieni di rom e sbandati di varie nazionalità che fingendosi facchini autorizzati chiedono soldi a viaggiatori e turisti, arrivando anche a minacciarli o addirittura a derubarli.
A Firenze dove la situazione è più o meno simile si è deciso, in accordo tra Questura e Trenitalia, di installare delle transenne di fronte ai binari dell’alta velocità per impedire ai portantini abusivi di accedere all’area, con alcuni controllori presenti ai varchi. Una soluzione di buon senso, attuata in una città amministrata dal centrosinistra.
Inoltre in Stazione Centrale c’è il grosso problema dei nomadi (e non solo) che infastidiscono, con modalità aggressive, i viaggiatori ai distributori di biglietti sia dei treni che della metropolitana. Da tempo sono segnalate aggressioni e furti.
Anche a Roma ci sono situazioni simili e si sta valutando un aumento dei controlli, con una presenza stabile di addetti vicino ai distributori.
Per questo ho chiesto all’amministrazione di impegnarsi immediatamente e intervenire con l’installazione delle transenne anti-assedio vicino ai binari del Frecciarossa, attivando anche un rafforzamento dei controllori vicino alle bigliettere automatiche della stazione e dell’Atm.
Non possiamo lasciare che la Stazione diventi luogo dell’illegalità con i turisti e i viaggiatori assediati appena scesi dai treni. Da tempo denunciamo lo stato di degrado e la continua presenza di nomadi e sbandati ma purtroppo la giunta Pisapia non fa niente, lasciando che la Stazione Centrale sia preda dell’insicurezza. L’amministrazione deve intervenire anche prendendo spunto da soluzioni low cost prese da altri comuni. D’altronde se la rossa Firenze interviene con le transenne non possiamo pensare che Milano rifiuti di fare la stessa cosa. Non è più tempo del facile buonismo e del patetico lassismo, la stazione Centrale – conclude Sardone – è un biglietto da visita di Milano per i turisti. In questo momento il panorama è desolante e l’immagine che lasciamo a chi arriva a Milano è pessima”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi