Home / Milano / SARA’ L’EXPO DEI PROFUGHI IN STAZIONE CENTRALE

SARA’ L’EXPO DEI PROFUGHI IN STAZIONE CENTRALE

Siria:altri arrivi a Milano.Assessore, Alfano assente
“Ha dell’incredibile – commenta Silvia Sardone, responsabile del dipartimento Sicurezza di Forza Italia Lombardia, consigliere di zona 2 e autrice degli scatti dei bambini sdraiati per terra in Centrale – la notizia  odiernadel fallimento, per mancanza di fondi, di un progetto alternativo per l’accoglienza dei profughi. L’ipotesi di uno stabile in Via Sammartini è infatti tramontata, non ci sono soldi e tutto è rimandato a data da destinarsi. E’ quindi confermato che, durante i mesi di Expo, il mezzanino della stazione continuerà a essere centro di prima assistenza per la gestione dei profughi e immigrati in arrivo a Milano. Centinaia di disperati sdraiati per terra saranno la prima immagine di migliaia di turisti che arriveranno a Milano per assistere all’esposizione universale. Questo sarà lo spot di Milano 2015 grazie all’ormai cronico disinteresse del Governo e alla clamorosa incompetenza di Pisapia e Majorino, incapaci, in tutti questi mesi, di trovare un’alternativa decente al mezzanino della stazione che non dovrebbe, assolutamente, essere un centro di prima assistenza.
Le foto che ho fatto a settembre con i bambini siriani sdraiati per terra nella sporcizia in un luogo non adatto all’accoglienza, evidentemente, non sono servite a nulla se, a distanza di mesi, l’amministrazione non è riuscita a trovare un’alternativa al degrado del mezzanino.
I milanesi e i turisti che affollano la stazione Centrale quotidianamente sono sempre più increduli di fronte allo spettacolo del mezzanino ormai ridotto a ricovero per profughi (e non solo). Uno spettacolo indecoroso di cui la sinistra, in carica al Governo e in Comune, è responsabile. E’ pazzesco che, con un’emergenza che dura ormai da un anno, il Comune non abbia trovato una soluzione alternativa e decente per i profughi, evitando di regalare ai turisti scene shock di evidente disagio sociale. Majorino continua a lamentarsi di essere totalmente ignorato dal Governo (del suo partito) e da Grandi Stazioni. Bene, dopo mesi di piagnistei e scarsi risultati, si dimetta, prendendo atto del suo fallimento e della sua incapacità di trattare e portare a casa risultati.
Milano non merita di presentarsi al grande palcoscenico di Expo 2015 offrendo ai visitatori lo spettacolo indecoroso del mezzanino invaso da disperati in mezzo ai cartoni. Non merita, inoltre, anche questi amministratori, buoni solo nell’arte dello scaricabarile e totalmente incapaci di prendersi le proprie responsabilità e lavorare seriamente per un’alternativa per i profughi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi