Home / Milano / Milano, se la sinistra decide di tassare i più poveri…

Milano, se la sinistra decide di tassare i più poveri…

poverta2

Pisapia venerdì con il Bilancio 2013 ha approvato la manovra che alza l’Imu sulla prima casa allo 0,575% e aumenta gli incassi dell’addizionale a 178 milioni rispetto ai 62,5 del 2012, quindi 105 milioni in più. Il tetto dell’esenzione si abbassa a 15mila euro e i non paganti passano dal 76,8% del totale al 38. E dall’analisi dei redditi dichiarati emerge che dei 594.198 milanesi che per il 2013 (ormai si pagherà nel 2014) dovranno pagare l’Irpef, ben 293.447 – quasi la metà – hanno stipendi sotto i 28mila euro l’anno.

Abbiamo contattato Silvia Sardone, consigliere di zona Pdl, per commentare l’ennesimo aumento imposto da Pisapia

Questa amministrazione continua a colpire solo le fasce più deboli. Dopo gli aumenti dei trasporti pubblici anche per giovani ed anziani ecco che Pisapia aumenta le tasse per i più poveri includendo anche le fasce di reddito da sempre considerate esenti. Qui si tratterà di non riuscire a comprare da mangiare per i propri figli per pagare le tasse. Pisapia istiga alla rivolta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi