MACAO: SALA E IL PD VOGLIONO FARE UN REGALO AI DELINQUENTI ABUSIVI
Home / Milano / MACAO: SALA E IL PD VOGLIONO FARE UN REGALO AI DELINQUENTI ABUSIVI

MACAO: SALA E IL PD VOGLIONO FARE UN REGALO AI DELINQUENTI ABUSIVI

“Il Sindaco svela le intenzioni della sua giunta: non mandare via e quindi regolarizzare il centro sociale Macao dalla palazzina che hanno occupato in Viale Molise. Sala, dunque, scandalosamente vuole dare spazio a chi occupa, fa affari illegalmente e supporta lo spaccio di droga dentro e fuori la struttura. Per il Sindaco Sala il centro sociale crea valore. Ma di quale valore stiamo parlando?” Così Silvia Sardone, consigliere comunale e regionale del Gruppo Misto commenta le parole del sindaco Sala, su Macao, intervistato da Radio popolare.

Alcuni mesi fa ho visitato, in incognito, la struttura – prosegue Sardone – e ho potuto verificare, con tanto di video, l’illegalità diffusa che regna sovrana attorno al Macao. Spaccio di droga sia fuori che dentro l’area, dalla cocaina fino alla mdma e ketamina. Gli ingressi vengono fatti pagare ovviamente senza alcun tipo di ricevuta. Ovviamente consolidati anche gli affari, senza scontrini, sul merchandising di magliette e non solo del centro. Dentro la struttura irregolarità di ogni tipo: pizza, bar e persino “crepes alla ganja” senza alcuna autorizzazione e ovviamente senza registratori di cassa. Dentro la palazzina liberty, deturpata dai graffiti e da scritte come “riempi le foibe”, un bancone del bar con spillatori di birra a 4 euro e tutta l’attrezzatura per servire cocktail: anche qui nessuno scontrino rilasciato in cassa.

Per quanto riguarda la musica, assordante, anche in questo caso nessun permesso della Siae e disagi al quartiere fino alle 8 del mattino del giorno dopo. Non solo: il Macao funziona anche da ostello, diverse persone lo usano come albergo, soprattutto quando ci sono eventi in città. L’illegalità del Macao è scandalosa – chiude Sardone – : gli eventi senza alcun permesso vengono infatti pubblicizzati alla luce del sole sui social e il Comune non alza un dito per impedirli.

Anzi, a più riprese aveva proposto una sorta di sanatoria per gli abusivi quando invece dovrebbe chiedergli i danni visto che il Macao è diventata una vera e propria S.p.A con fatturati da capogiro, mentre i commercianti onesti si vedono tassati con qualsiasi scusa e multati per un tavolino fuori posto di due centimetri: questa è la giustizia della sinistra.

Il Macao va sgomberato immediatamente, poi si dovrà pensare al futuro della palazzina liberty. E’ indecente che Sala voglia fare questo vergognoso regalo ai centri sociali, come al solito dimostra di andare a braccetto con l’illegalità. La Giunta non provi a forzare la mano con azioni poco limpide pur di aiutare gli amici del centro sociale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi