Home / Lavoro / I giovani non avranno la pensione, ecco cosa succederà

I giovani non avranno la pensione, ecco cosa succederà

inps

Con il passaggio, a seguito della Riforma Pensionistica, al sistema contributivo quanto versato si rivaluta annualmente sulla media del PIL quinquennale.

E se il PIL, come sta accadendo in Italia, é negativo?
Ovviamente i contributi invece di rivalutarsi si svaluteranno, e considerando che quello considerato é il valore quinquennale, ecco che anche un solo anno di PIL negativo incide sull’intero calcolo. Da evidenziare che in Italia il PIL é negativo da più anni.

Qualsiasi assicurazione garantisce almeno il capitale versato (se non rivede un rendimento minimo garantito), qui invece il rischio reale é che i lavoratori che versano all’INPS non si vedano riconosciuto nemmeno il capitale dato.

Inutile evidenziare che i politici che hanno votato questo sistema (per il quale i ragazzi andranno in pensione se va bene con il 40% dell’ultimo stipendio), sono gli stessi che hanno creato i baby pensionati con soli 16 anni di contributi versati e che hanno portato avanti il sistema retributivo (per il quale la pensione era calcolata sulla media degli stipendi degli  ultimi 5 anni indipendentemente da quanto effettivamente versato).

Svegliamoci italiani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi