Home / Milano / Teatro Lirico occupato, colpa di kompagni e Comune

Teatro Lirico occupato, colpa di kompagni e Comune

L’occupazione dei locali del teatro Lirico in pieno centro a Milano da parte di decine di studenti e aderenti dei centri sociali è l’ennesima dimostrazione dell’arroganza dei collettivi di sinistra che ormai hanno il pieno controllo della città, decidendo in assoluta tranquillità e libertà cosa occupare a giorni alterni. Dopo la deprimente occupazione dello stabile di Via Stresa/P.za Carbonari del primo maggio con gli abitanti della zona vittime della prepotenza dei “kompagni”, ecco un nuovo atto dimostrativo vuoto di contenuti. Per la cronaca stiamo ancora aspettando di sapere chi pagherà i danni per la 3 giorni di “NoExpoDays” che ha, giustamente, molto infastidito gli abitanti della zona.

Spiace constatare che con l’avvento del vento arancione di Pisapia i centri sociali hanno moltiplicato occupazioni, manifestazioni anche violente e provocato evidenti disagi in serie ai cittadini. D’altra parte con importanti consiglieri del sindaco sempre in prima linea a fianco degli esagitati di estrema sinistra non ci si poteva aspettare nulla di diverso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" dai il consenso al loro utilizzo.

Chiudi